Con il bonus e nel periodo estivo aumentano i lavori in casa e il fenomeno degli sversamenti illeciti potrebbe aumentare. Per contrastarlo, c’è bisogno del contributo di tutti. Ecco cosa si può fare.

Avevano fatto il giro del web in pochissime ore le immagini di una quantità impressionante di sacchi di calcinacci, water e lavandini abbandonati vicino ai cassonetti. Ci troviamo a Monteverde, nel XII municipio di Roma. I cittadini della zona, stanchi dell’inciviltà dilagante, hanno lanciato un appello: “Ragazzi di Monteverde, m’aiutate a beccare questi furbetti, mi scrivete se qualcuno ha visto qualcosa.. tipo furgone, operai che scaricavano o il lavoro dove è stato fatto? Fate il vostro dovere da Romani. Insieme si può [..]”, ha scritto uno di loro (Omo Magno) su Facebook nella giornata di Domenica 27 giugno. Poi, la segnalazione con conseguente rimozione e sanzione ad opera dei NAD (Nucleo Ambiente Decoro del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale).

Purtroppo c’è ancora qualcuno che si sente in diritto di abbandonare tutto intorno ai cassonetti. E questo fenomeno potrebbe espandersi proprio in questi mesi. Infatti tra il bonus e il periodo estivo ci saranno molte più ristrutturazioni, ma una cosa deve essere chiara: a Roma c’è chi vigila. E non solo. Ogni cittadino può fare la propria parte. Se ad esempio devi fare dei lavori di ristrutturazione accertati che la ditta incaricata esibisca una regolare fattura nella quale siano comprese le voci “smantellamento” e “smaltimento” . Se invece si tratta di traslochi ricordati di prendere visione del FIR (Formulario Identificazione Rifiuti), un documento redatto in 4 esemplari e contenente tutte le informazioni relative alla tipologia del rifiuto, al produttore, al trasportatore e al destinatario. Ricorda infine che puoi usufruire dei servizi AMA, tutti i dettagli qui: https://www.amaroma.it/pulizia-citta/4154-raccolta-rifiuti-ingombranti-elettrici-elettronici.html.